Rifiuti
Accesso alle informazioni sui tuoi conferimenti in un impianto di trattamento eco center.
Password dimenticata? Clicca qui.
Non ancora iscritto? Registrati qui.
Fosse settiche
Accesso alle informazioni sulla pulizia e svuotamento delle tue fosse settiche.
Password dimenticata? Clicca qui.
Non ancora iscritto? Registrati qui.
Prego inserite un termine che contenga almeno 3 caratteri.

Ricerca ambientale

Il ruolo fondamentale di eco center è garantire una gestione degli impianti nel rispetto dell’ambiente e al servizio del cittadino. Ritiene quindi importante promuovere progetti di ricerca in campo ambientale, che studino gli effetti dell’attivita svolta sul territorio in cui opera. I risultati di tali progetti rappresentano per eco center delle informazioni importanti per migliorare continuamente le prestazioni ambientali degli impianti.
La società ha avviato numerosi progetti di ricerca in collaborazione con istituti universitari ed diversi enti, che si occupano di ricerca scientifica.

Enerwater

Obiettivo ricerca: aumentare l'efficienza energetica nella depurazione acque e diventare autonomi dal punto di vista energetico.
Durata: 2014-2017.
Viene analizzata la tecnologia dell‘impianto, il sistema di conduzione ed i processi biologici del depuratore. Nel progetto sono coinvolti i depuratori di Bolzano, Bronzolo e Merano.
Al progetto partecipano eco center S.p.A., la comunità comprensoriale Val Venosta, il centro di ricerca tirolese AlpS ed altri esperti austriaci ed italiani.

Pro Insect

Obiettivo ricerca: chiudere il ciclo del rifiuto organico utilizzando larve di una particolare mosca.
Durata: 2016-2019.
Le larve cibandosi dei residui di lavorazione del FORSU presenti presso l’impianto di Lana (fanghi e sabbie) sembrerebbero, da prime prove fatte in piccola scala, in grado di ridurli in peso del 85% ca. rendendoli immediatamente riutilizzabili per la combustione presso il termovalorizzatore e per uso agricolo (compost) senza ulteriori trattamenti.
il progetto è svolto in collaborazione con la Libera Università di Bolzano ed alcuni privati.

Caratterizzazione isotopica

Obiettivo ricerca: determinare il luogo di origine dei prodotti agro-forestali.
Durata: 2013-2016.
Lo sviluppo dell’analisi isotopica di elementi pesanti, in collaborazione tra eco-research, Centro di sperimentazione Laimburg e Libera Università di Bolzano, consentirà la realizzazione in Provincia di Bolzano di una infrastruttura capace di determinare il luogo di origine dei prodotti agro-forestali. Mediante l’analisi isotopica i produttori e i trasformatori della provincia potranno non solo dichiarare la provenienza delle materie prime, ma anche dimostrare e garantire la loro origine e quindi tutelare il proprio prodotto da contraffazioni. Il consumatore potrà scegliere prodotti locali dove freschezza e tracciabilità dei prodotti sono effettivamente garantiti

Pro Acqua

Obiettivo ricerca: effettuare una caratterizzazione di residui di ormoni e di farmaci nelle acque e nelle acque reflue dell'Alto Adige.
Durata: 2011-2015.
I processi di depurazione non riescono ad eliminare i principi attivi dei farmaci presenti nelle acque reflue in entrata all’impianto. I farmaci sono infatti dei contaminanti ambientali, che vengono rinvenuti nelle acque reflue, perché molti principi attivi non vengono metabolizzati dall’organismo e vengono eliminati con le urine e le feci.
Per esaminare la situazione in Alto Adige è stato avviato questo progetto di ricerca, che analizza specificatamente i dosaggi chimici dei farmaci presenti nelle acque reflue e valuta l’aspetto tossicologico ed eco-tossicologico.

Residui solidi nel ciclo rifiuti

Obiettivo ricerca: effettuare una caratterizzazione dei residui solidi nel ciclo dei rifiuti prodotti in Alto Adige.
Durata: 2013.
La ricerca consiste nell'effettuare una caratterizzazione dei residui solidi nel ciclo dei rifi uti prodotti in Alto Adige, tenendo in considerazione oltre agli inquinanti “tipici” anche gli ormoni e i farmaci.
Nel corso del 2012 sono stati raccolti più di cento campioni di fanghi di depurazione, fermentazione e compost in impianti piccoli e grandi di tutto l’Alto Adige. Sono state analizzate le diossine ed i PCB, i metalli pesanti. È in corso la ricerca degli ormoni presenti.
Lo studio è svolto dalla società eco-research S.r.l. in collaborazione con l'ufficio gestione rifiuti della provincia di Bolzano.

Teleriscaldamento Bolzano

Obiettivo ricerca: effettuare la mappatura energetica del territorio del comune di Bolzano.
Durata: 2012.
Effettuare la mappatura energetica del territorio del comune di Bolzano, valutare il potenziale energetico disponibile con il nuovo termovalorizzatore di Bolzano, individuare lo sviluppo potenziale della rete di teleriscaldamento per singole zone ed elaborare il bilancio energetico ed ambientale complessivo.

Emissioni termovalorizzatore Bolzano

Obiettivo ricerca: verificare l’efficienza del sistema di depurazione fumi del termovalorizzatore di Bolzano.
Durata: 2009-2011.
Vengono valutate le prestazioni delle maniche catalitiche Gote Tex Remedia installate sulla linea 1 e sulla linea 2 del termovalorizzatore di Bolzano, rispettivamente nel 2006 e nel 2009, in sostituzione delle maniche in Gore Tex tradizionali per l’abbattimento delle diossine.
Risultati: in seguito all'installazione delle maniche catalitiche Gote Tex Remedia è stato ottenuto un abbattimento delle diossine equivalenti TEQ da valori di 0,04 ng/Nm3 nel 2005 a meno dell’attuale valore pari a 0,01 ng/Nm3 (limite dell’autorizzazione: 0,1 ng/Nm3).
Questi risultati sono stati presentati al workshop "La gestione dei rifiuti e la tutela del territorio nella Regione Veneto" (Verona, 3 febbraio 2010).

Bus a idrometano

Obiettivo ricerca: verificare la possibilitá di utilizzare un carburante innovativo per gli autobus a tecnologia consolidata.
Durata: 2011.
Risultati: in un autobus a metano della ditta altoatesina SAD (Breda, motore Mercedes) aggiungendo al metano 30 Vol% di idrogeno sono notevolmente migliorati i valori delle emissioni di NOx, HC e la quantità di particelle rispetto alla stessa cilindrata.

Fonti inquinanti aria Bolzano

Obiettivo ricerca: individuare la migrazione degli inquinanti nell’aria di Bolzano.
Durata: 2008-2010.
Lo studio utilizza tecniche analitiche avanzate ed in particolare campionatori direzionali. Se si posizionano uno o più campionatori direzionali in prossimità di una potenziale fonte di emissione e si campionano gli inquinanti su diverse cartucce in funzione della direzione del vento, sarà possibile differenziare il contributo dovuto proprio dalla “sorgente” da quello di contaminazione già presente come “fondo” in atmosfera. Un'altra tematica è il dosaggio di particolato ultrafine (nano-particelle).
Risultati: i risultati preliminari di questi studio sono stati presentati al convegno "Sardinia Symposium 2009" (International Waste Management and Landfill Symposium), la più importante conferenza internazionale sui rifiuti che si tiene in Italia. Lo studio è stato premiato come il migliore nella sessione italiana. Si tratta, infatti, delle prime misurazioni di particolato ultrafine nelle immediate vicinanze di termovalorizzatori ed ai camini di emissione a livello mondiale.

Diossine nel sangue

Obiettivo ricerca: misurare la concentrazione di diossine nel sangue degli spazzacamini. I valori ottenuti vengono confrontati con i valori ottenuti da un gruppo di controllo (persone non esposte).
Durata: 2008-2009.
Dopo lo studio che ha valutato l’esposizione dei lavoratori del termovalorizzatore di Bolzano alle diossine concluso nel 2005 si è voluto approfondire l’argomento prendendo in esame un’altra categoria professionale a potenziale rischio cioè gli spazzacamini.
Lo studio, effettuato da eco-research in collaborazione con il Servizio aziendale di medicina del lavoro di Bolzano, ha misurato la concentrazione di diossine nel sangue degli spazzacamini. I valori ottenuti sono stati confrontati con i valori ottenuti da un gruppo di controllo (persone non esposte).
Risultati: negli spazzacamini si sono ottenuti valori confrontabili con i valori del gruppo di controllo, grazie alle norme igieniche seguite